1. Bando CARIPLO

  2. “Piano di Azione” sistematizzare e diffondere la conoscenza per orientare le decisioni e i comportamenti in modo sostenibile.

 

PROGETTO : “Dalla mappa del parco alla realizzazione delle reti. Qualificare il paesaggio periurbano lungo il medio corso del fiume Olona”


AZIONI CONCRETE A SOSTEGNO DELLE ATTIVITA’ AGRICOLE DEL NOSTRO TERRITORIO.

Obiettivi :

L’obiettivo fondamentale del progetto è il consolidamento, la riqualificazione paesaggistica e l’estensione di un insieme di spazi aperti agricoli e di uso pubblico e di aree naturali fluviali, attraverso la realizzazione di progetti pilota immediatamente realizzabili sia per la disonibilità delle aree che per la loro cercata semplicità su aree poste nel cuore del parco dei Mulini e ai suoi confini.


La strategia progettuale :

il progetto è costituito da due azioni :

  1. 1.il censimento degli spazi aperti, che riguarda la parte Nord Est del PLIS dei Mulini e le aree ad esso esterne fino ai limiti edificati degli abitati di Canegrate, San Vittore Olona, Legnano, Parabiago e di Nerviano;

  2. 2.lo studio di fattibilità riguarda aree pubbliche di proprietà dei Comuni di Parabiago e S. Vittore Olona e alcune aree di proprietà privata.


Risultati attesi :

Gli effetti attesi sono sia diretti che indiretti; ciò in relazione alle caratteristiche specifiche del progetto proposto.

  1. -effetti diretti : si otterranno nelle aree effettivamente disponibili che possono essere attuati sia interventi di riqualificazione forestale, ricostruzione e potenziamento di percorsi, siepi e filari, potenziamento del sistema agro-ambientale in aree agricole, riqualificazione del sistemazione idraulica delle rogge, miglioramento delle condizioni di svolgimento dell’attività agricola locale.

  2. -effetti indiretti : l’accessibilità, la visibilità. L’apprezzamento da parte della comunità locale delle qualità paesaggistiche intende produrre un effetto indotto sulle aree piu a rischio, per pressione edificatoria, infrastrutturale, per la progettazione di interventi idraulici poco rispettosi del paesaggio e della necessaria multifunzionalità delle superfici.


Partners

  1. -Coldiretti Milano e Lodi

  2. -Consorzio Fiume Olona

  3. -Legambiente di Parabiago

  4. -Legambiente di Nerviano

  5. -LIPU di Parabiago

  6. -Ass. culturale “La Zuppiera” di S. Vittore Olona

  7. -Agenda 21 Parabiago

  8. -Ecomuseo del Paesaggio di Parabiago

  9. -Ass. culturale Assesempione di S. Vittore Olona


Partners tecnici

  1. -Ubi studio

  2. -Ecomuseo di Parabiago


Proprietari

  1. -Comune di San Vittore Olona

  2. -Comune di Parabiago

  3. -Giuseppe Vezzini

  4. -Pierangelo Banfi

  5. -Ianomi SpA


Risorse e criticità:

Le ragioni per cui gli ambiti interessati dal censimento e dagli studi di fattibilità corrispondono alle finalità di qualificazione del Bando sono le seguenti :

  1. 1)è un ambito ricadente nella rete ecologica della Provincia di Milano e nel Contratto di Fiume Olona, Lambro e Seveso promosso da Regione Lombardia;

  2. 2)ha al centro un ambito di PLIS recentemente riconosciuto;

  3. 3)è un ambito con elementi costitutivi del paesaggio del passato da conservare e ripristinare, ma interessato da trasformazioni idrauliche, infrastrutturali, urbanistiche che ne mettono a rischio la qualità e l’integrità;

  4. 4)è un ambito al cui margine sono collocate aree estremamente delicate e sottoposte a pressioni edificatorie notevoli;

  5. 5)è un ambito nel quale sono auspicabili interventi di mantenimento e riqualificazione dell’attività agricola attualmente in crisi, restituzione all’agricoltura, deframmentazione degli ambienti naturali, riorganizzazione dei margini, potenziamento del sistema agro ambientale. Questi interventi costituirebbero oltre ad una importante infrastruttura ecologica per l’attività agricola un elemento di resistenza nei confronti di altri usi e un aspetto con cui ogni opera dovrebbe confrontarsi;

  6. 6)è un ambito interessato dalla presenza di soggetti proprietari pubblici, privati, agricoltori e portatori di interesse diffuso interessati e attivi nella tutela del patrimonio paesaggistico dell’ambiente e dell’economia agricola.


22.11.2011 GRADUATORIA DELLA FONDAZIONE CARIPLO

24.06.2011 INVIO DOMANDA ALLA FONDAZIONE CARIPLO

23.06.2011 DELIBERA DI GIUNTA DI APPROVAZIONE DEL BANDO

 

Dopo la presentazione della mappa del Parco dei Mulini, avvenuta nel mese di gennaio u.s., le attività di progettazione dell'Ente Gestore continuano ed il Comune di Parabiago, in qualità di ente capofila, ha presentato nel mese di giugno u.s. alla Fondazione CARIPLO il progetto denominato "Dalla mappa del parco alla realizzazione delle reti. Qualificare il paesaggio periurbano lungo il medio corso del fiume Olona".

La Fondazione CARIPLO ha ritenuto qualificante il progetto proposto dalle Amministrazioni del PLIS dei Mulini ed ha assegnato, durante il consiglio di amministrazione del 22 novembre u.s., un contributo a fondo perso per un valore di € 30.000,00 per il progetto presentato.

L'obiettivo del progetto riguarda il consolidamento, la riqualificazione paesaggistica e l'estensione di un insieme di spazi aperti agricoli e di uso pubblico attraverso la realizzazione di progetti pilota immediatamente realizzabili.

I risultati che le Amministrazioni si attendono attraverso queste progettualità sono :

-  effetti diretti volti ad interventi di riqualificazione forestale, ricostruzione e potenziamento di percorsi, siepi e filari, potenziamento del sistema agro-ambientale in aree agricole, riqualificazione della sistemazione idraulica delle rogge e miglioramento delle condizioni di svolgimento dell'attività agricola locale;

- effetti indiretti attraverso l'accessibilità, la visibilità ma in particolar modo bisogna perseguire l'apprezzamento da parte della comunità locale delle qualità paesaggistiche del nostro territorio.

Le parole chiavi del progetto sono:

- RIQUALIFICAZIONE AMBIENTALE che si pone l'obiettivo concreto di migliorare le condizioni di abitabilità dei nostri territori

- CONSOLIDARE il sistema dei parchi che deve avvenire attraverso l'individuazione e la conservazione di una serie di connessioni ecologiche, di accessi ai centri abitati che garantiscano il recupero di una serie di percorsi storici e la formazione di nuovi tracciati lungo e verso capisaldi e centralità esistenti nel territorio.

Si ringraziano tutte le Amministrazioni Comunali del Parco del Roccolo, le numerose associazioni partners (Coldiretti Milano e Lodi, Consorzio Fiume Olona, Legambiente di Parabiago, Legambiente di Neviano, LIPU di Parabiago, Ass. culturale "La zuppiera" di S. Vittore Olona, Agenda 21 Parabiago, Ecomuseo del Paesaggio di Parabiago, Ass. Culturale Assesempione di S. Vittore Olona), i partnership tecnici (Ubi studio, Ecomuseo di Parabiago) ed i proprietari delle aree coinvolte che hanno creduto e collaborato alla realizzazione di questo importante progetto per il nostro territorio.

giugno 2011

25 novembre 2011

24 11

     11